B20: il più autorevole degli Engagement Group in ambito G20

Nell’ambito del G20, il Summit dei Capi di Stato e di Governo che riunisce le più importanti economie del mondo, l’Italia quest’anno si appresta a ricoprire un ruolo di primo piano: la Presidenza di turno, in una fase senza precedenti per complessità.

Confindustria avrà la responsabilità di supportare il percorso, nelle numerose sfide che attendono il Paese: il Sistema contribuirà ad una profonda azione di indirizzo e coordinamento del B20, il più autorevole degli Engagement Group in ambito G20, nato per formulare raccomandazioni di policy indirizzate alla Presidenza di turno in decine di settori strategici. 

Riservato alle imprese e alle loro organizzazioni di rappresentanza, il B20 annovera oltre 1.000 delegati titolari dei Paesi G20 e circa 3.000 partecipanti in rappresentanza di una comunità d’affari di oltre 6,5 milioni di imprese.  Il Presidente, Carlo Bonomi, ha affidato a Emma Marcegaglia la guida dell’intero processo, che opererà attraverso Task Force guidate da eminenti CEO nazionali e composte da circa 100 delegati ciascuna.

Come organizzazione ospite, Confindustria nominerà circa il 25% dei membri, riservando il rimanente 75% ai delegati internazionali. La selezione dovrà rispettare questa soglia, garantendo adeguata rappresentanza agli altri Paesi anche in termini di provenienza geografica, dimensione, settore e genere. 

Le priorità strategiche per l’agenda B20: Trade & Investment (Barbara Beltrame); Energy & Resource Efficiency (Francesco Starace); Integrity & Compliance (Patrizia Grieco); Employment & Education (Gianpietro Benedetti); Digital Transformation (Maximo Ibarra); Finance & Infrastructures (Carlo Messina); Health & Life Sciences (Sergio Dompé); Sustainability & Global Emergencies (Claudio Descalzi).

In particolar modo, come già anticipato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo, il calendario di riunioni ministeriali vedrà Catania protagonista dell’incontro sul tema “Lavoro e l’Istruzione” i prossimi 22-23 giugno, un’occasione unica per la nostra città di incontrare e confrontarsi con autorevoli interlocutori ed istituzioni internazionali con un’attenzione particolare ai temi della digitalizzazione.